Attivita Sportiva Dilettantistica Compensi Aspetti Fiscali e contributivi
Registrati

Attivita Sportiva Dilettantistica Compensi Aspetti Fiscali e contributivi

COMPENSI EROGATI

Le società e le associazioni sportive dilettantistiche possono retribuire i soggetti che svolgono le proprie prestazioni nell’esercizio dell’attività istituzionale (atleti dilettanti, allenatori, giudici di gara, ecc.), in diversi modi:

·  indennità di trasferta

·  rimborso spese forfetario

·  premi

·  altri compensi

Questi compensi godono di un regime fiscale agevolato (artt. 67 e 69 del TUIR e art. 25 Legge 133/99) e sono esclusi da obblighi contributivi (INPS) ed assicurativi (INAIL); tuttavia, possono essere soggetti alla contribuzione presso l’ENPALS ed è prevista, comunque, una copertura assicurativa obbligatoria.

I compensi suddetti, rientrano nei cosiddetti redditi diversi, non devono costituire redditi di capitale e non devono essere conseguiti “nell’esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali o da società in nome collettivo e in accomandita semplice, né in relazione alla qualità di lavoratore dipendente”.

I compensi erogati non concorrono alla formazione del reddito del percipiente fino all’ammontare di 7.500,00 euro annui; inoltre, i rimborsi delle spese documentate relative al vitto-alloggio, viaggio ed al trasporto, ed anche quelli relativi a prestazioni svolte al di fuori del territorio comunale, sono sempre escluse dalla formazione del reddito.

Ai sensi dell’art. 25 co. 1 della Legge 133/99, i soggetti che erogano redditi diversi devono effettuare sulla parte imponibile di tali redditi (cioè sulla parte eccedente i 7.500 euro) una ritenuta pari:

-   all’aliquota IRPEF prevista per il primo scaglione (attualmente il 23%)

-   aumentata delle aliquote di compartecipazioni delle addizionali regionali e comunali IRPEF

AMMONTARE

Regime IRPEF

RITENUTA

Fino a 7.500 euro

Non imponibile

NO

Da 7.500,01 a 28.158,28 euro

Imponibili

23,9% a titolo d’imposta

Oltre i 28.158,28 euro

Imponibili

23,9% a titolo d’acconto

Come accennato in precedenza, la circolare INPS n.32 del 2001 ha chiarito che per i compensi erogati nell’esercizio di attività sportive dilettantistiche non vi è l’obbligo di iscrizione alla Gestione separata INPS, mentre è prevista l’iscrizione all’ENPALS per alcuni soggetti, quali: istruttori e addetti agli impianti sportivi (palestre, stadi, autodromi) e ai direttori tecnici, massaggiatori ed istruttori presso associazioni e società sportive.

Parimenti, la nota INAIL del 2001 ha ribadito che per i compensi di cui sopra non si applicano gli obblighi di iscrizione all’INAIL, per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

(Articolo scritto dal Dott. Stefano Ostengo)

 

Su queste pagine potrai trovare maggiori dettagli sulle associazioni e società sportive dilettantistiche:

Attività sportive dilettantistiche aspetti civilistici

Attività sportive dilettantistiche aspetti fiscali

Attività sportive dilettantistiche compensi aspetti fiscali e contributivi

Se ti interessa approfondire l'argomento o hai dei questiti in proposito puoi chiedere un preventivo gratuito al nostro studio compilando il form sottostante:

Google

parere

Cognome Nome / Denominazione*:
Email*:
Telefono*:
Città*:
Inserisci il quesito*:
Ho letto ed accetto le Condizioni sul Trattamento dei Dati Riservati del Sito
CAPTCHA Image

Per favore, digita le cifre/lettere che vedi nel box: