Perito elettrotecnico
Registrati

Perito Elettrotecnico Professionista od Artigiano

Google

Gentile Sig. XX,

in riferimento alla sua seguente richiesta di parere:


Quesito : Buongiorno, in seguito all'abilitazione all'albo dei Periti Industriali specializzazione in Elettronica e telecomunicazioni, sono intenzionato ad avviare un'attività incentrata nella medesima specializzazione. Ho parlato con un commercialista riguardo consigli e messa in opera del mio progetto, ma mi sorgono alcuni dubbi a causa di pareri discoranti riguardo le norme vigenti. In particolare secondo il commercialista come professionista potrei solo redigere documenti e progetti affini alla mia specializzazione e non alla messa in opera, perchè secondo lui non sono un artigiano, in tal caso dovrei fatturare come artigiano e non come professionista. Ho letto che secondo il regio decreto 275 del 1929 art 16 che regolamenta la professione del perito industriale ed in particolare al punto d: Art. 16 Spettano ai periti industriali, per ciascuno nel limiti delle rispettive specialità di meccanico, elettrotecnico, edile, tessile, chimico, minerario, navale ed altre analoghe, le funzioni esecutive per i lavori alle medesime inerenti. Possono inoltre essere adempiute: a) dai periti industriali di qualsiasi specialità, per ciascuno entro i limiti delle medesime, mansioni direttive nel funzionamento industriale delle aziende pertinenti alle specialità stesse; b) dai periti edili anche la progettazione e direzione di modeste costruzioni civili, senza pregiudizio di quanto è disposto da speciali norme legislative nonchè la misura, contabilità e liquidazione dei lavori di costruzione; c) dai periti navali anche la progettazione e direzione di quelle costruzioni navali alle quali sono abilitati dal titolo in base a cui conseguirono la iscrizione nell\'albo dei periti; d) dai periti meccanici, elettrotecnici ed affini la progettazione, la direzione e l\'estimo delle costruzioni di quelle semplici macchine ed installazioni meccaniche o elettriche le quali non richiedono la conoscenza del calcolo infinitesimale. mi sembra di capire che come professionista affine ad elettrotecnico sia in diritto ed in dovere all'esecuzione di lavori qualora siano previsti dal contratto la messa in opera. Quindi vorrei capire in qualità di opera intellettuale se nel mio caso (anche se fossi specializzato in elettrotecnica) posso essere anche l'esecutore del mio progetto senza poi essere considerato artigiano e quindi evitando di essere iscritto anche alla cassa degli artigiani oltre che all'EPPI. Potreste chiarirmi le idee? 

le espongo quanto in appresso.

se lei vuole svolgere attività da professionista deve limitarsi alle opere dell'ingegno, quindi consulenza, firma di progetti e quant'altro nei limiti delle abilitazioni preofessionali. Dal momento in cui lei vuole svolgere attività manuale deve iscriversi all'artigianato. Vi sono problematiche anche in relazione alle iscrizioni all'INAIL oltre che all'INPS. La cassa di previdenza deve essere quella prevalente quindi se lei svolge attività professionale l'EPPI se svolgerà attività artigiana INPS gestione artigiani o l'industria.

Le due attività sono di tipo diverso una d'impresa e, credo che questo sia incompatibile con l'iscrizione all'albo, l'altra professionale.
Normalmente se si vogliono svolgere le due attività, cosa che comporterebbe comunque una doppia contabilità separata, conviene di solito costituire una società per gli impianti e mantenere la ditta individuale per la consulenza e la progettazione. 
Per ogni chiarimento non esiti a contattarmi.

Cordiali saluti,

Enrico Savia.

Se volete approfondire la questione od altre questioni ponetici i vostri quesiti, vi risponderemo gratuitamente

parere

Cognome Nome / Denominazione*:
Email*:
Telefono*:
Città*:
Inserisci il quesito*:
Ho letto ed accetto le Condizioni sul Trattamento dei Dati Riservati del Sito
CAPTCHA Image

Per favore, digita le cifre/lettere che vedi nel box: