730 integrativo
Registrati

Risposta a domanda apparsa su Yahoo

Domanda:

Presentazione 730 integrativo per redditi 2011?

Adesso (2013), dovrei presentare un 730 integrativo per i redditi del 2011 [praticamente un'integrazione sul 730 presentato lo scorso anno - ovvero 730/2012 (redditi 2011)].
Ma quale modello dovrei utilizzare? Quello di quest'anno o quello dell'anno scorso?
Chiaramente poi dovrei compilarlo con i dati relativi allo scorso anno e con l'integrazione, corretto?
Oppure dovrei presentare un MODELLO UNICO?

Risposta:

 

Miglior risposta - Scelta dal Richiedente

Il modello 730 integrativo poteva essere presentato entro il 25 Ottobre 2012.
Essendo trascorso il termine, prima di tutto occorre verificare se l'integrazione sia a favore o meno del contribuente.
Se necessiti di integrare il modello 730 con redditi dichiarati in maniera superiore o detrazioni od oneri deducibili non indicati dovrai presentare, entro il termine del 30/9/2013 ovvero entro il termine stabilito per la presentazione della dichiarazione del periodo d'imposta successivo, un Modello Unico integrativo.
Se la dichiarazione è a proprio sfavore, redditi non dichiarati od oneri dichiarati in maniera superiore, sarà possibile il "ravvedimento operoso" pagando anche le maggiori imposte dovute e presentando sempre un Modello Unico.

Questo è quanto riporta l' Agenzia delle Entrate:

"Se, dopo un attento controllo del prospetto di liquidazione delle imposte (modello 730/3) ricevuto dal sostituto d’imposta o dall’intermediario, si riscontrano errori di compilazione o di calcolo, è possibile rivolgersi a chi ha prestato l’assistenza per correggerli. In questo caso è necessario compilare il modello 730 rettificativo.
Quando il modello è stato compilato in modo corretto, ma il contribuente si è accorto di aver dimenticato di esporre degli oneri deducibili o detraibili, c’è la possibilità di:
presentare entro il 25 ottobre un modello 730 integrativo, con la relativa documentazione. Il modello 730 integrativo deve essere presentato a un intermediario (Caf, professionista), anche se il modello precedente era stato presentato al datore di lavoro o all’ente pensionistico
presentare, in alternativa, un modello Unico Persone fisiche entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta successivo.
Se, invece, il contribuente si è accorto di aver dimenticato di dichiarare dei redditi oppure ha indicato oneri deducibili o detraibili in misura superiore a quella spettante, deve presentare obbligatoriamente un modello Unico Persone fisiche e pagare direttamente le somme dovute, compresa la differenza rispetto all’importo del credito risultante dal modello 730, che verrà comunque rimborsato dal sostituto d’imposta.

Fonti:

Enrico Savia

25 Maggio 2013

 

Google